Home PageDomande

Domande e risposte per le famiglie che partecipano ai progetti sociali

Quando riceverò a casa i libri?

Le edizioni che hai scelto ti verranno consegnate a casa entro 30 giorni dalla data in cui hai sottoscritto la proposta di commissione.

Non sono interessato ai libri. Posso fare una donazione alla Fondazione Arché?

Velar sostiene Arché "per inventare ogni giorno la speranza". Il progetto è esclusivamente legato all'acquisto delle nostre pubblicazioni proposte da un incaricato del Centro Culturale Cattolico. Sia noi che i nostri incaricati non chiediamo né accettiamo offerte per il progetto, come riportato nel materiale rilasciato. Chi intendesse invece fare una libera donazione deve contattare direttamente la Fondazione Arché, telefonando al numero 02/36559990, inviando una e.mail a info@arche.it o tramite il sito www.arche.it. 

Posso recedere dalla proposta di commissione?

Sì. In caso di ripensamento, hai il diritto di recedere dalla proposta di commissione entro 14 giorni dalla data di consegna dell’opera. È necessario seguire la procedura descritta nella pagina diritto di recesso.

 

Ho firmato una proposta di commissione. Sono quindi obbligato ad acquistare anche nei prossimi anni?

No. La somma da versare per partecipare al progetto e ricevere a casa le opere, corrisponde esattamente allimporto che si legge nella proposta di commissione. Una volta saldato limporto, secondo le modalità concordate con lincaricato, non ci sarà nessun vincolo per gli anni successivi. È la famiglia che deciderà liberamente se aderire a progetti futuri e acquistare nuove pubblicazioni della Editrice Velar.

A sostegno dei progetti viene destinata una percentuale sull’acquisto dei libri?

No. La Casa Editrice Velar si impegna a sostenere i progetti dell’Ente Onlus con cui ha deciso di collaborare. Nel corso di un anno, l'Editrice Velar sostiene Fondazione Arché con 70.000 euro destinati alle Case di Accoglienza e agli interventi in ospedale, contribuendo così a ridare serenità e speranza a tante mamme e bambini con disagio sociale e fragilità personale. Una scelta di solidarietà e di condivisione che rende orgogliosi tutti noi.

 

I collaboratori del Centro Culturale Cattolico sono dei volontari?

No. Tutti gli incaricati del Centro Culturale Cattolico sono inquadrati come “incaricati alle vendite”. Ogni collaboratore possiede un tesserino nominale di riconoscimento che vi mostrerà prima di entrare in casa.

Non hai trovato la risposta che cercavi?

Chiamaci da lunedì a venerdì (9.00-12.30 / 14.00-18.00) al numero

035.665606